Per palati fini…

Piero è sempre stato un ottimo cuoco e da qualche anno da questa parte ha deciso…di mettere a disposizione dei nostri fini palati, questa sua capacità. Mi spiego: Piero è in grado di preparare dei manicaretti degni di  un “gran maitre de cousine”. La cura e l’amore che dedica alle “sue creature”, che sarebbero poi i suoi piatti forti: la cucina tradizionale triestina e italiana in generale; la cucina etnica e i dolci preparati a regola d’arte, che con gli ingredienti adatti, rendono queste pietanze indimenticabili…! Lui è molto bravo a presentare i suoi manicaretti, una vera gioia per gli occhi, oltre che per il palato…ieri sera ho avuto nuovamente il modo di apprezzare la sua cena: ottima pasta e fagioli, insalata con pomodorini di orto. Il piatto forte era rappresentato dagli gnocchi di susine, dei quali allego la foto.
Ed ora ecco per voi una classica ricetta della cucina triestina: gli GNOCCHI DE SUSINI d’asburgica memoria.
I
NGREDIENTI per l’impasto (8 persone)
1 kg. di patate per gnocchi
200 grami circa, di farina 00
1 fettina di burro ( circa 20 gr)
1 uovo intero e 1 pizzico di sale
*******
per il ripieno: 16 piccole susine mature, zucchero e cannella.
100 grami di burro e 100 grami di pangrattato ( per rosolare i gnocchi in padella).
PREPARAZIONE
Lessare le patate e schiacciarle, ancora calde, con l’apposito utensile, formare una fontana con le patate e incorporare il burro, la farina, l’uovo ed il sale. Mescolare il tutto fino ottenere un composto omogeneo…poi spianatelo e dividetelo in tranci di 5 cm per 5 cm, dallo spessore di 1, 5 cm.
Snocciolare le susine e nell’interno condirle con del  zucchero al quale avrete mescolato 1 po di cannella, avvolgere le susine nell’impasto e formare delle palline di circa 5 cm di diametro. Immergerle nell’acqua bollente, leggermente salata e quando affiorano, lasciarli sobollire ( a fiamma bassa) per altri 5/6 minuti, poi sgocciolarli.
In una larga padella far rosolare 100 grami di burro con  100 grami di pangrattato appoggiare gli gnocchi, mescolandoli con cura. Metterli nel piato di portata e condirli con zucchero e cannella a proprio piacimento e con la marmellata di susine a parte.
Per accompagnare questo piatto sono indicati i vini bianchi, tipo verduzzo e malvasia oppure i vini passiti.

Piero offre i suoi consigli e servizi di cuoco,  per la preparazione di pranzi, cene, rinfreschi, per un massimo di 20 persone…ed è disposto ad andare in trasferta. 

Annunci