K .u. K. Grenzland rally


Attraversando all’altezza di piazza Unità per andare sulle rive , scorgo una decappottabile anni 30 con gli occupanti adeguatamente equipaggiati alla moda dell’epoca (occhiali avvolgenti , cuffia e guanti in cuoio a protezione del vento , ecc. ). Non ci faccio molto caso e proseguo la passeggiata .
Poi le vedo lì , lei e le sue compagne, in bella mostra in piazza , diligentemente allineate , quasi a chieder scusa per aver disturbato il solito “liston” (passeggiata) dei triestini.
Mi aggiro curiosando fra le macchine e loro silenziosamente mi parlano della loro esistenza .
<Vedi>”dicono”<siamo povere tecnologicamente , il peso degli anno ci schiaccia , ma noi resistiamo perché abbiamo in noi il piacere dell’avventura , del bello , dell’essenziale. Se mi sai trattare , io non “gratterò” nel cambiare le marce , ti lascerò usare la levetta manuale del tergicristallo ( bello, vero? ) . Sbirciando dallo sbiadito parabrezza controllerai la temperatura del radiatore tramite le lancette nel logo. Vivrò come tu mi vuoi, essendo con te , parte di te>
Mi emoziono sempre di più e scatto le foto fra i loro motori ancora caldi , rumorosi e brontoloni come una vecchia comare che con la sua saggezza ci trasferisce un passato glorioso fatto di speranze e piccoli piaceri .
Voi siete le “macchine del tempo “. Tra poco ripartirete lasciandomi il sapore dei tempi andati che non ritornano più…

Annunci