LA VOCE dell’INFANZIA

Nei giorni scorsi passeggiando lungo il canale, dal lato destro verso il mare, sono entrata per sbirciare una mostra di quadri… e per un paio di ore, i miei occhi si sono beati dalla visione di quei volti antichi immortalati nei ritratti eseguiti da pittori che ambivano catturare l’attimo giocoso, momenti di svago oppure di gran meditazione.
Il quadro che più mi ha colpita raffigura una scena svoltasi in un interno famigliare. Dei tre personaggi raffigurati, la parte di primo piano l’ha il padre, è messo proprio in centro, il secondo piano aspetta alla bimba e la figura quasi nascosta dietro la tenda è della madre. Il quadro è pieno di particolari, si vede perfettamente l’arredo del salone in cui si svolge la scena. All’interno della quale sono entrata e immedesimata, sono riuscita a captare l’aria di aspettativa, che l’artista, con i suoi pennelli è stato in grado di catturare e di trasmettermi. Non vi dico più nulla, i quadri vanno visti e ammirati!
LA VOCE dell’INFANZIA, nelle Collezioni dei Civici Musei di Storia ed Arte di TRIESTE. La mostra si è tenuta ( ott. nov. 2007) nella Sala Leonardo di PALAZZO GOPCEVICH, in via Rossini 4.
A Trieste in questi giorni le giornate sono piacevolmente calde e soleggiate ed io sono quasi sempre a “torziolon” (a passeggiare).

Annunci