Isola di Bali, una cerimonia funebre

Bali, procession

La sera del mio arrivo a Bali, ebbi modo di assistere al passaggio di un corteo di persone che accompagnavano le ceneri di un defunto per spargerle in mare.Donne a BaliLe donne che seguivano il feretro si muovevano con passo dolce e portavano in testa una composizione di fiori e frutta. Nei loro visi non traspariva nessun segno di tristezza… come non ho visto segni di sconforto nei volti di tutti gli altri  partecipanti, avevano tutti  una espressione mite e serena. Nessuno piangeva e tutti camminavano con ritmo rapido e saltellante.
Bali, la cremazioneIo non avevo assistito alla fase precedente, quella della cremazione, quindi vi lascio questa testimonianza.
“ Il corteo giunse su uno spiazzale dominato da una torre, appositamente costruita per la cremazione, addobbata con ghirlande di fiori e drappi colorati.
La cerimonia funebre è un’occasione di festa, perché la morte del corpo segna l’inizio di una nuova vita per l’anima …
Sul Bale-balean, una piattaforma che simboleggia lo spazio fra il cielo e la terra, fu deposto il toro. Sacerdoti salivano su di essa e spruzzavano profumi sulla salma. Gli astanti deponevano piccole monete che dovevano servire al defunto per pagare il pedaggio a Yama, dio degli inferi. Era giunto il momento della cremazione. Un sacerdote diede fuoco alla torre con un acciarino. Altri lo imitarono. Il crepitare delle prime fiamme fu coperto dal ritmo festoso dei suonatori di gamelan.
La cerimonia della cremazione acquisì, verso la fine, una crudezza a cui i miei occhi non erano abituati. Chiesi di andar via, mentre osservavo di straforo che i resti del cadavere venivano avvolti in una foglia di palma e collocati in un’urna coperta da un panno bianco.
Intanto si era riformata la processione che si avviava verso il mare. Ripresi coraggio e ci mettemmo in coda.”
Ah, un piccolo gruppo di persone, presumo i parenti del defunto, presero delle barche e s’avviarono più a largo, dove le ceneri furono disperse dal sacerdote che avanzava con l’imbarcazione, pregando gli spiriti di accoglierle benevolmente. Tutti s’immersero fino alle ginocchia, nelle acque del mare per purificarsi.
Bali, cerimonia con le ceneri Da una preghiera recitata dal sacerdote durante una cremazione:
Lode a te, eterno vincitore della morte, che dispensi longevità, forza e potere… che sei onnipresente e sostieni il mondo, te, che liberi chi ha devozione e fede… Lode a te, che hai vinto la morte.
I riti e le feste religiose guidano il balinese dalla nascita alla morte e anche nell’aldilà. Essi costituiscono le forze di coesione all’interno dell’unità familiare e formano la base della comunità di un villaggio. Fonte web

Annunci