Credevo fosse amore…

La giornata contro la violenza sulle donne del 25 novembre. “La Trilogia dell’AmorTe”, rappresentazione teatrale in contemporanea nazionale, articolata in tre monologhi contro il femminicidio proposta dal regista Francesco Olivieri, interpretata da Daniela Gattorno, Sara Alzetta e Valentino Pagliei, e promossa dal Comune di Trieste in collaborazione con il Goap – Centro antiviolenza di Trieste e la Scuola di Musica 55-Casa della Musica, e noino.org. Tre monologhi che sono l’evoluzione di un progetto che l’autore-regista teatrale Francesco Oliviero ha portato in scena negli scorsi anni con il testo “Finché morte non ci separi”, rappresentazione che ha coinvolto più di 70 attrici professioniste con oltre 8000 spettatori spalmati su tutto il territorio.
Con questa nuova opera teatrale “La Trilogia dell’AmorTe”, Francesco Olivieri, classe 1975, sceglie ancora una volta di mettersi “dalla parte degli “ultimi” e delle “ultime”, dando forma a un trittico doloroso di monologhi sul femminicidio due personaggi femminili e uno maschile.
Fonte Retecivica del Comune di Trieste.

Annunci