Firenze, un ricordo.

A Firenze ci sono stata varie volte, alcune solo di passaggio, quindi in realtà Firenze la conosco per sentito dire. La culla del Rinascimento è affascinante, attira con garbo e non annoia mai. Della Toscana conservo tanti bei ricordi, anche sono molti anni che non ci ritorno.

firenzeaprile2

Sto leggendo un romanzo ambientato nel capoluogo toscano, tra i gioielli del Medioevo e del Rinascimento, cercando, tra questi, gli indizi di un fantomatico delitto ordito dai grandi personaggi che popolavano il capoluogo nel Cinquecento.
Siamo a Firenze agli inizi del XVI secolo in pieno Rinascimento, epoca d’oro per la città che ospita in contemporanea artisti e personalità di spicco del calibro di Leonardo da Vinci, Michelangelo Buonarroti, Raffaello Sanzio, Andrea del Sarto, Niccolò Machiavelli e Lorenzo de’ Medici, duca di Urbino (il nipote del Magnifico). La morte improvvisa di quest’ultimo dà un inizio repentino alla storia e getta in una luce di reciproco sospetto gli altri personaggi, tutti facenti parte di un ordine segreto.
Chi è il traditore, colui che ha ordito il complotto per sbarazzarsi di Lorenzo de’ Medici?
firenzeaprile12
Annunci