Il fiordo di Cattaro, Kotor in Montenegro

Kotor (Cattaro) nel Montenegro Video
Racchiusa in un maestoso fiordo che non ha niente da invidiare alla Norvegia, Kotor è un vero miracolo di integrazione tra costruzioni umane e natura. Le sue antichissime mura si arrampicano sui fianchi delle montagne come rocce, proteggendo un piccolo mondo fatto di piazze, chiese e palazzi in pietra e marmo di colori pastello. Di notte le mille luci della città si riflettono sull’acqua, e la magia è completa.
Le Bocche di Cattaro rappresentano una delle meraviglie naturali dell’area Mediterranea grazie alla bellezza del paesaggio, alla ricchezza biologica e alla forte eredità storica e antropologica. La regione è circondata da alte montagne che raggiungono i 1895 m del Monte Orjen.


Le Bocche di Cattaro, penetrano per 28 Km la costa,  rappresenta il più grande fiordo del Mediterraneo ed anche il più bello. Circondata dai pendii dei monti Lovćen e Vrmac e dal Parco Nazionale di Lovćen e Orjen, l’area comprende 12000 ettari, di cui 2600 ricoperti dalle acque del mare.
crociera316
Tra le numerose feste religiose, la più sentita è quella di San Trifone, il patrono della città. I festeggiamenti durano una settimana e si concludono il giorno del Santo, il 3 febbraio, con una messa solenne, una processione dentro la città e la danza della Marinarezza, l’antica confraternita dei navigatori, fondata secondo la tradizione nel IX secolo.
Tra le feste popolari, c’è quella del Carnevale, che dura più di un mese secondo le tradizioni antiche, con la partecipazione dell’intera popolazione e di numerosi visitatori. Durante l’estate si organizza la Notte delle Bocche, quando, seguendo la tradizione di simili feste veneziane, le barche decorate ed illuminate sfilano lungo le coste e il golfo viene illuminato da magnifici fuochi d’artificio. Fonte web

crociera288

Guardate gli scatti e le riprese inserite nel breve video. Purtroppo il cielo nuvoloso di quel pomeriggio non rese merito agli stupendi scenari di quei  luoghi incantevoli.

Annunci