Il peccato di Buck

Oggi ho incontrato Manlio, che mi ha raccontato una riprovevole azione commessa da Buck, dobermann molto ben educato, cane da guardia di una villetta sul Carso triestino. Buck, intelligente e molto sensibile, con il passare degli anni è diventato anche scorbutico… e chissà perché odiava la postina, che inseriva le lettere, nella cassetta posta sopra il cancello. Ogni qualvolta che la vedeva, iniziava a ringhiare e saltare cercando di prendere le lettere, che la povera signora introduceva nella cassetta. Finché un giorno è riuscito nel suo intento, con un salto più alto dei soliti, è riuscito con il muso, a premere il pulsante del comando per l’apertura del cancello! Con la costernazione della postina, che si è vista arrivare il cane addosso…ma Buck era un cane intelligente, l’ha soltanto tenuta ferma fino all’arrivo del proprietario!
dobermannConcludo dicendo che la cassetta per la posta è stata messa all’inizio della strada, a 10 metri dal cancello…e che Buck oramai non può più prendersela con nessuno, ha concluso la sua esistenza qualche mese fa, dopo 12 anni di onorevole lavoro…
Buck, ti rendo omaggio, a parte quel peccato, non c’è stato cane migliore di te!
(la foto è di un cane di razza dobermann)

Annunci