Gatti e company

GRISU’
Dai ricordi di mia sorella Angie…
Grisù gattone grigio e simpaticone, da piccolo è stato un battufolino di pelo, mi ricordo quando sono andata a prenderlo, una tenerezza… ricordo la mamma gatta che gli insegnava a fare i bisognini nella lettiera…
Grisù aveva l’indole di cacciatore… mi ha portato tre uccellini in casa e io facevo finta di essere contenta (poverini) per non farlo restar male…tanto erano già morti…ma non ci sono stati  altri trofei!  
 
Grisù

Mi ricordo di quando mi sono trasferita a Palermo e l’ho portato con me… eravamo in macchina diretti  all’ aeroporto e l’avevo messo sul trasportino,  una maglietta per coprirlo e ogni volta che lo scoprivo miagolava…. e di quella volta che stavano ristrutturando l’edificio in cui abitavamo… avevano messo le impalcature… io e Francesco lo abbiamo cercato in ogni stanza, ma  non lo trovavamo! Lui invece se ne stava tranquillo e beato sull’impalcatura…! Grisù, li si trovava bene, era il suo posto preferito… ma bastava dire PAPPE  e lui  subito accorreva, che coccolo, quanti bei ricordi sono passati tanti anni… ma il suo ricordo è sempre vivo… adesso ci sono Giò e Paco, adorabili gattoni di carattere completamente diverso da quello di Grisù!
Gatti Angi
Ricordo la bella canzone della Vanoni intitolata “Piccoli brividi“, che mi piaceva cantare a Grisù: Micio via, vai via di qui quante volte devo dirti di andartene, guarda che se mi arrabbio poi io ti acchiappo ti straccio, ti stritolo, se tu parlassi mi piacerebbe chiederti come fai a star bene così, solo tu senza mai rimpiangere nessuna compagnia, solo latte, biscotti, dormire….vai via… dopo di te, che piatta immobile che pace insipida, dopo di te peccato che, senza di te…..ecc..

Annunci